Skip to content

Urban Interiors. Un’altra forma dello spazio pubblico

Dal 25 al 27 maggio si terrà, presso lo Spazio Festival Architettura in Città – via Quittengo 35, Torino negli orari apertura festival, la mostra sugli Urban Interiors.

Gli Urban Interiors sono spazi poco esposti e riparati. L’opposto dello spazio pubblico moderno: luminoso, trasparente, fluido.  Non definibili dalle connotazioni morfologiche, ma dagli usi, dalle relazioni, dai corpi che li abitano. Obiettivo della mostra è discutere dei modi in cui si riconfigura lo stare in pubblico nella città contemporanea. Read more

Notes on the discussion at the Casa della Cultura on 9th May 2017 (2)

Giancarlo Paba: «Il libro di Cristina Bianchetti è paratattico: presenta una sorta di omologia strutturale, tra il modo di guardare il mondo, di osservare la sua diffusione, e il modo di descriverlo»

«Il corpo: la nostra geografia più intima, una autoarchitettura. Che per definirsi è anzitutto battaglia, lotta interiore, tanto nella costruzione individuale che nella costruzione sociale» Read more

Notes on the discussion at the Casa della Cultura on 9th May 2017 (1)

Vittorio Gregotti: «Les Grottes: la costruzione di una creatività felicemente libera perché generata dal mercato»

Vittorio Gregotti: «Les Grottes: A happily free building generated by the market»

 

Photo credit: Cristina Bianchetti, Le Grottes, 2008.

La ville fragile 2. Mid-term review

Incontro alla Casa della cultura

Massimo Bricocoli about the last book of Cristina Bianchetti

Nel percorrere qui alcune riflessioni a commento del libro di Cristina Bianchetti – Spazi che contano. Il progetto urbanistico in epoca neo-liberale (Donzelli, 2016) – mi prendo la libertà di farlo inserendomi tra la trattazione articolata dei contenuti che ne fa Francesco Indovina nel suo recente contributo qui raccolto e gli interventi autorevoli previsti nel prossimo evento di discussione alla Casa della Cultura. Non un alibi per essere indisciplinato, ma argomenti per muovermi in modo parziale e discreto a fronte di un libro assai ricco e complesso…

…continua la lettura su casadellacultura.it

…scarica il programma di Città Bene Comune 2017

…oppure vai all’indice degli articoli

Nuove manifatture a Milano

The “New Manufactures in the City” project has been presented today at BASE, Milan. It’s a project designed by an institutional group founded by Cristina Tajani which aims to reintroduce production in Milan. Far away from emphasising  4.0 rethorics as the future or Creative Manufactures as the solution, it deals with reality, building networks and an interscalar model. Read more

What has happened to Italian architecture?/ Cosa è successo all’architettura italiana

Il prossimo 21 aprile a Genova si terrà una giornata di studio a partire dal libro di Francesco Garofalo Cosa è successo all’architettura italiana? (a cura di Mario Lupano, Marsilio, 2016). Le discussioni, nell’ordine riportato nella bozza di programma, sono riferite alla biografia di Francesco, architetto, professore, uomo di cultura, persona pubblica con ruolo attivo, propositivo, spesso polemico riguardo a procedure istituzionali, accademiche professionali. L’incontro si terrà presso il Dipartimento di Architettura e Design della Scuola Politecnica dell’Università degli Studi di Genova, con il coordinamento scientifico di Carmen Andriani. Read more

“Back to the future”. Looking back at the factory town to explore renewed relatonship between producton and space

The aim of the Urban Design Studio 2016/17 (Architecture degree course of the Politecnico of Turin) was to analyze and understand what is left today on the territory of the Fordist city structure. In this sense, Turin can be an important case study to look, not only because in this city is possible to observe how his industrial past was absorbed or denied, but also because here it’s interesting to define what prospects are opened today for the spaces that haven’t been subject to a process by transformation. Read more

L’equivoco della famiglia

In Italia il discorso pubblico sulla famiglia è spesso intessuto di conflitti ideologici, ambiguità, equivoci.

 

Chiara Saraceno, L’equivoco della famiglia, Laterza, Roma-Bari 2017, pp.173 € 15,00.